Luce e gas: addio maggior tutela dal 1° luglio 2019

Dal 1° luglio 2019 sara’ obbligatorio scegliere un fornitore di energia della propria casa, luce e gas.

Se non lo si fa, chi ha ancora un contratto nel mercato di maggior tutela non potra’ restare in automatico con il proprio attuale fornitore.

Fino al 1° luglio 2019 , gli utenti ancora fedeli al vecchio regime di maggior tutela saranno adeguatamente informati (si spera)  dai fornitori energia e dagli enti preposti, ed inizierà a essere disponibile sul mercato una tariffa di “tutela simile“, attivabile online per un anno, con costi monitorati dall’Authority, per effetto della delibera 369/2016 dell’Aeegsi.

La tariffa Tutela SIMILE nasce al fine di accompagnare il consumatore verso il mercato libero e guidarlo nella scelta di una offerta semplice, consentendogli di comprendere le modalità ed i meccanismi per poter poi scegliere consapevolmente il proprio fornitore.

In pratica, con Tutela SIMILE , potra’ essere scelto un fornitore di energia del mercato libero ( ENGIE, ENEL, ENI, GASNATURAL, etc. )  , ma questo continuera’ ad applicare (per 12 mesi) le condizioni economiche e contrattuali definite dall’Autorità per il servizio di Maggior Tutela, dando come incentivo un BONUS SCONTO di ingresso.

Andando sul portale Tutela SIMILE , il cliente puo’ visualizzare la pagina delle offerte, elencate in ordine decrescente di Bonus con indicazione del venditore (nome e logo) e del numero di disponibilità.

luce e gas

Cosa succede a chi non aderisce prima del 1° luglio 2019 ad un’offerta del mercato libero

Gli utenti che non passeranno al mercato libero entro il 1° luglio 2019 , non resteranno in automatico con il proprio fornitore nel mercato di maggior tutela.

L’Autorità organizzerà bandi su base territoriale, con cui i vari fornitori di energia presenteranno le loro offerte per aggiudicarsi i nuovi clienti. Questo per evitare di regalare a Enel, l’operatore dominante (oltre l’80% delle utenze in maggior tutela) una posizione di sostanziale monopolio.

Per garantire che le offerte di mercato per luce e gas siano confrontabili, queste verranno pubblicate su un apposito portale online promosso dall’Aeegsi.

Quindi, chi non sceglie entro il 1° luglio 2019, potrebbe essere sballottato da un fornitore all’altro, senza aver espresso la sua scelta.

Come aderire al mercato libero: diritto della libera scelta di luce e gas

Per aderire al mercato libero basta stipulare il contratto con il fornitore prescelto. Sarà lui a inoltrare la richiesta di recesso al vecchio fornitore e a occuparsi delle procedure necessarie ad attivare la nuova fornitura.

Non va fatto alcun intervento sugli impianti e sui contatori, cambia infatti solo la gestione a monte della fornitura.

Una volta completato il passaggio, sarà il nuovo fornitore ad inviare le bollette. La continuità e sicurezza del servizio resta assicurata.

Se volete farvi un’idea delle offerte migliori, vi consigliamo il sito di AltroConsumo (sito teoricamente imparziale,)  dove trovere le migliori offerte per le vostre esigenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »