Zeblaze Zeband smartband – RECENSIONE

Oggi vi presentiamo la nostra recensione del Zeblaze Zeband,  uno smartband in grado di contendere il trono allo Xiaomi Mi Band 2.

RECENSIONE – Zeblaze Zeband 

Grazie allo Zeblaze Zeband possiamo monitorare i nostri battiti cardiaci, quanti passi facciamo durante il giorno e quante calorie bruciamo. Inoltre è uno dei pochi smartband che possiamo usare mentre nuotiamo e che inoltre monitora anche l’attività di nuoto.

 

CONFEZIONE / SPECIFICHE – Zeblaze Zeband

La confezione è in cartone riciclato e presenta una finestra in plastica trasparente dalla quale è visibile lo smartband, parzialmente coperto dal codice a barre, incollato (in maniera poco opportuna) proprio qui. Nella confezione troverete lo Zeblaze Zeband ,il cavo di ricarica USB con PIN a pinza (da collegare ad un qualsiasi alimentatore USB da 5V ) ed un manuale di istruzioni in inglese/cinese.

QUALITA’ COSTRUTTIVA – Zeblaze Zeband

Lo Zeblaze Zeband ha con un corpo in alluminio aeronautico e cinturino zigrinato, realizzato in un materiale gommoso morbido fabbricato in collaborazione con il colosso farmaceutico tedesco Bayer, in modo da garantirne l’anallergicità.

Il sistema di chiusura è realizzato con due bottoncini metallici che si incastrano nei fori del cinturino, che abbiamo trovato molto scomodi quando si indossa oppure si rimuove.

Il corpo centrale presenta una scocca in alluminio, ricoperto da un vetro curvo ai lati e con, al centro, un display OLED da 0,94 pollici con risoluzione di 160 x 68 pixel e un unico tasto a sfioramento, posto in basso e evidenziato da un cerchio disegnato. Questo permette di controllare tutte le funzioni della band attraverso tocchi brevi o prolungati.

Nella parte inferiore della band sono presenti il sensore dei battiti cardiaci e i PIN metallici per la ricarica.

 

 

 

 

FUNZIONAMENTO – Zeblaze Zeband

Per quanto riguarda il funzionamento stand-alone di questa Zeblaze Zeband, con un tocco breve si passerà da una schermata all’altra mentre, con uno più prolungato, si attiveranno le funzioni previste in quella determinata schermata (se presenti).

Le schermate visualizzabili sono 9, con un’immagine esemplificativa:

  • quella dell’orologio, con la data in lingua e formato inglese;
  • quella del battito cardiaco che mostra l’ultima rilevazione effettuata e, con una pressione prolungata, è possibile far partire una nuova lettura. Nel caso in cui venga impostata dall’applicazione la rilevazione continua, poi, cambierà anche il simbolo mostrato sul display;
  • la pagina del contapassi;
  • quella della modalità nuoto, attivabile con una pressione prolungata;
  • quella della distanza percorsa;
  • quella delle calorie bruciate;
  • la pagina per selezionare l’attivazione dello schermo attraverso la rotazione del polso;
  • le informazioni sulla batteria, il modello, la versione del firmware, la connessione Bluetooth;
  • la pagina delle impostazioni, dalla quale si potrà spegnere lo smartband ed effettuare il reset.

Per poter sfruttare tutte le funzioni della band sarà necessario scaricare l’applicazione HPlus Watch ed associare la Zeblaze Zeband. Con questa applicazione sarà possibile consultare i passi percorsi, i dati del sonno, la frequenza cardiaca, selezionare la modalità di rilevazione continua della frequenza, settare la sveglia e le applicazioni da cui ricevere le notifiche, nonché impostare le informazioni personali per il calcolo delle calorie bruciate.

APPLICAZIONE SMARTPHONE – Zeblaze Zeband

Abbiamo testato lo Zeblaze Zeband usando applicazione HPlus Watch su iPhone, e diciamo che il punto debole di questo smartband è proprio l’app HPlus Watch, che abbiamo trovato poco intuitiva, inoltre non è possibile passare i dati rilevati all’applicazione Salute di Apple.

Le notifiche arrivavano regolarmente ma non è possibile visualizzare il numero del mittente nei messaggi di WhatsApp o iMessage,  mentre viene visualizzato nel caso di SMS o chiamate entranti.

Lo Zeblaze Zeband è dotato di una batteria da 90 mAh che, secondo quanto dichiarato dall’azienda produttrice, dovrebbe garantire un’autonomia di circa 15 giorni. Durante la prova, l’autonomia reale si è rivelata inferiore alla settimana con un uso normale e di 5 giorni scarsi con tutte le notifiche attivate e la modalità di lettura continua del battito cardiaco.

Abbiamo confrontato con un Apple Watch la lettura dei battiti cardiaci , e dobbiamo dire che lo Zeblaze Zeband si è discostato di solo quanche battitto dall’Apple Watch. Bisogna però stare attenti che lo Zeblaze sia posizionatobene sul polso, altrimenti è facile che la misurazione non risulti corretta.

CONCLUSIONI – Zeblaze Zeband

Crediamo che lo Zeblaze Zeband abbia una buona qualità costruttiva, un design interessante e delle discrete potenzialità hardware. Sicuramente da migliorare l’applicazione sullo smartphone.

Potete acquistare la  Zeblaze Zeband  in offerta su   GearBest a €19!!!

0 pensieri riguardo “Zeblaze Zeband smartband – RECENSIONE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »