Iris Siciliani alla crema pasticcera e al cioccolato

Ecco a voi la ricetta per i famosissimi Iris Siciliani alla crema pasticciera e al cioccolato.

Ingredienti (Per 4 persone) – Iris Siciliani

Pasta:
  • 500 gr di farina
  • 25 gr di zucchero
  • 50 gr di strutto
  • 25 gr di lievito di birra
  • sale
  • olio d’oliva per friggere
  • 200 gr di pangrattato per impanare
Ripieno:
  • 1/2 litro di crema pasticcera
  • 40 gr di cioccolato fondente
  • canella



Procedimento – Iris Siciliani :

Prendete la farina, un pizzico di sale, lo zucchero, lo strutto, il lievito di birra (sciolto in poca acqua tiepida) e 150 gr di acqua tiepida, e preparate una pasta morbida e omogenea. 

Tiratela col matterello e ricavatene delle forme rotonde spesse 1 cm e del diametro di 7 cm, ponetele su una teglia imburrata e fate lievitare per un paio d’ore.

Appena i panetti saranno ben gonfi infornateli a temperature moderata finche’ saranno dorati. Fateli riposare per 12 ore.

Trascorso il tempo, preparate la crema pasticcera, dividetela in 2 parti. In una meta’, quando e’ ancora calda, amalgamate un pizzico di cannella e il cioccolato a pezzetti, mescolate finché quest’ultimo sarà sciolto.

Con la punta di un coltello affilato praticate un foro di circa 3 cm di diametro alla base dei panini, prelevate un po’ di pasta e mettetela da parte.

Con l’apposita siringa,  farcite metà dei panini con la crema bianca e l’altra metà con quella al cioccolato, e tappateli con la pasta messa da parte.

Preparate intanto una semplice pastella piuttosto liquida di farina e acqua.

Intingetevi gli iris, passateli nel pangrattato e friggeteli in abbondante olio bollente finchè saranno ben dorati.

Man mano che sono pronti metteteli a sgocciolare su carta da cucina. 

Gli iris si possono consumare anche freddi.

Iris Siciliani
 
 

0 pensieri riguardo “Iris Siciliani alla crema pasticcera e al cioccolato

  • 28 ottobre 2016 in 13:19
    Permalink

    Vorrei sapere se possono stare due giorni fuori dal frigo li vorrei portare con me .

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »