Piano cottura in vetroceramica o a gas?

 In commercio, nei vari negozi di elettrodomestici, ci sono molti piani cottura, come i piano cottura in vetroceramica e gas.

Come dicevamo, si spazia dal classico a gas, passando per quello elettrico, al piano cottura in vetroceramica per arrivare a quelli ad induzione.

Analizziamo più dettagliatamente alcuni aspetti delle varie tipologie dei piani cottura:

piano a gas: funziona sempre, ma impiega più tempo a cucinare i cibi, a seguito di una dispersione di calore  e inoltre è poco pratico per la  la pulizia dei fuochi( acciaio, griglie, incrostazioni).

– piano in vetroceramica: avendo una superfice liscia, senza griglie, si pulisce facilmente. Unici problemi sono, che funziona solo se c’è corrente elettrica e il piano si riscalda, quindi bisogna fare attenzione a non poggiarsi sia durante che dopo aver cucinato ma ci si abitua.

– piano ad induzione: ha gli stessi pregi del piano in vetroceramica con in più i vantaggi di non riscaldare la superfice  e di cucinare in meno tempo del piano a gas perchè il calore viene convogliato meglio sul fondo delle pentole. Unici nei così come per il vetroceramica: i prezzi (che partono dai 500 fino a superare i 1000 euro) e non poter cucinare se manca la corrente.

Di seguito alcune  risposte a dubbi che credo vi stiate ponendo:

1. Se manca la corrente come farò a cucinare?

Se manca la corrente credo abbiamo qualche altro problema, e non sarà sicuramente il cucinare giusto?

2. Spenderò tantissimo in consumo di corrente elettrica.

Esempio personale: ho il piano cottura in vetroceramica e tutti i vari elettrodomestici (lavatrice, ferro da stiro a caldaia, aspirapolvere, pc, tv…). Ho una bambina piccola (quindi lavatrice e ferro li i uso parecchio) e pago in bolletta elettrica circa 80€ a bimestre. Incredibile vero?!

3. Non ho le pentole adatte, dovrò ricomprarle.

Questa è l’unica giustificazione per chi possiede una batteria di pentole.

Anche se in commercio se ne trovano ormai da qualunque parte, e quasi tutti i nuovi modelli funzionano anche per piani ad induzione.

Questo perchè sui piani ad induzione si usano solo stoviglie con il fondo in acciaio.

Comunque per per verificare se una pentola può essere utilizzata, basta munirsi di una calamita e verificare che questa si attacchi ai fondi delle pentole, se è così ciò significa che il fondo della nostra pentola è in acciaio e quindi può essere utilizzata anche sul piano ad induzione.

Per pulire i piani cottura di cui abbiamo parlato, vi consigliamo di usare dei prodotti indicati per queste superfici, in modo da evitare sgradevoli graffi (vedi eliminare graffi dal piano cottura).

Ad esempio questo che abbiamo trovato su Amazon.it.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »